La Facciata ventilata-Bimestrale Casa Naturale N.83

Published by

Posted on 6 luglio 2016

Copertina Casa Natura N.83

CASE CHE RESPIRANO

DI GIULIA FONTANA
I SISTEMI FACCIATA VENTILATA RAPPRESENTANO, OGGI, LA TECNOLOGICA IDEALE PER COSTRUIRE EDIFICI INTELLIGENTI, A BASSO IMPATTO AMBIENTALE, IN GRADO DI COMBINARE RISPARMIO ENERGETICO E QUALITÀ ARCHITETTONICA, SIA IN CASO DI RISTRUTTURAZIONE CHE DI NUOVA COSTRUZIONE

Migliorare il comfort, limitare le dispersioni di calore e il consumo di energia: sono solo alcuni tra gli obiettivi dell’abitare sostenibile. Per conseguirli, incrementare così le performance dell’edificio e ridurre l’impatto che la gestione degli immobili ha sull’ambiente, molti progettisti stanno utilizzando nei loro cantieri il sistema facciata ventilata o facciata a schermo avanzato, come indicato nella norma UNI 11018 del 2003. Si tratta di una metodologia costruttiva a secco, caratterizzata dall’introduzione di un’intercapedine ventilata tra il supporto di rivestimento esterno e la parete retrostante, coibentata. I pannelli esterni vengono ancorati alla parete, grazie a sistemi di fissaggio e dispositivi di sospensione che li distaccano dal supporto, in modo da creare l’intercapedine ventilata naturalmente. Ogni strato ha una funzione ben precisa ed è indispensabile al funzionamento sistema. I pannelli esterni, oltre a fornire una forte impronta estetica all’edificio, proteggono la parete dall’irraggiamento diretto e dagli effetti del vento e della pioggia battente. La struttura di ancoraggio sostiene le lastre di rivestimento e crea l’intercapedine, ventilata grazie ai giunti lasciati aperti tra un modulo e l’altro, dove passa l’aria che consente di smaltire il calore in eccesso d’estate e di ridurre l’umidità, con un netto miglioramento delle prestazioni termoigrometriche dell’involucro edilizio e del comfort abitativo degli interni. Il mercato propone soluzioni tecnologiche abbinate alla qualità, anche estetica, dei pannelli. In queste pagine alcune declinazioni del sistema e degli ingranaggi che la compongono – dallo strato isolante alle lastre superficiali – e che lavorano all’unisono per realizzare edifici sempre più smart.